Ai Giardini Reali l’ultimo libro di Henri Bresc

Il nuovo lavoro dello storico francese, esperto medievalista, Henri Bresc Il cibo nella cucina medievale (edito da Palermo University Press e dalla Fondazione Federico II), che è stato presentato in anteprima e in esclusiva giovedì 4 luglio nei Giardini del Palazzo Reale, ne ripercorre gli aspetti storici, sociologici, culturali, economici e bibliografici. A questo tema, è stato dedicato il secondo focus sulla mostra “CASTRUM SUPERIUS. IL PALAZZO DEI RE NORMANNI” promosso dalla Fondazione Federico II.

Il libro di Vagnoni primo focus su Castrum Superius

La presentazione del libro giovedì 27 giugno alle ore 17.30 nei Giardini Reali di Palazzo Reale.
Il volume del noto medievalista sarà il primo focus di un fitto calendario di appuntamenti promossi dalla Fondazione Federico II e dedicati alla mostra CASTRUM SUPERIUS. IL PALAZZO DEI RE NORMANNI. Interverranno il Presidente dell’Ars, Gianfranco Miccichè, il Direttore generale della Fondazione Federico II, Patrizia Monterosso, la soprintendente per i Beni Culturali, Lina Bellanca, gli studiosi Giovanni Travagliato e Ninni Giuffrida.

A Piazza del Parlamento un giardino dinamico

“Ciò che abbiamo fatto – ha spiegato Patrizia Monterosso, Direttore generale della Fondazione Federico II – è aver trovato una nuova chiave di lettura sull’intero Complesso Monumentale; puntando su un rapporto di reciprocità tra i Giardini Reali e il Palazzo. Proprio in questo scambio sinergico e in questa continuità nasce il giardino culturale dinamico Passage to Mediterranean. Un allestimento dinamico, concettualmente e paesaggisticamente, che si inquadra nello stesso rapporto con il Palazzo”.

LA NATURA APPRODA A PIAZZA DEL PARLAMENTO

Sarà visibile la prima fase del progetto sul Giardino Culturale Dinamico “Passage to Mediterranean”. Per l’occasione i Giardini Reali di Palazzo Reale saranno visitabili gratuitamente.
Il giardino dinamico, ideato da un team di giovani architetti paesaggisti turchi, diviene simbolo di dialogo tra culture e inserisce un elemento naturale su una piazza finora dominata dall’asfalto.
Saranno presenti il presidente dell’Assemblea Regionale Sicilia Gianfranco Miccichè, il direttore generale della Fondazione Federico II Patrizia Monterosso e il vicepresidente della Fondazione Radicepura Mario Faro.

MOTO GUZZI D’EPOCA IN ESPOSIZIONE A PALAZZO REALE

Nel cortile Maqueda di Palazzo Reale esposte, in occasione del sesto raduno Moto Guzzi Sicilia, moto d’epoca a rappresentare la storia del marchio italiano. Gli ospiti dell’iniziativa accederanno ed effettueranno i controlli di sicurezza dalla portineria dell’Ars di Piazza Parlamento. I motociclisti partecipanti al raduno accederanno, invece, dall’ingresso di Piazza Indipendenza.

La bellezza come creazione e utopia

All’Oratorio di Sant’Elena e Costantino il filosofo Stefano Zecchi ne ha discusso con Patrizia Monterosso, direttore generale della Fondazione Federico II e Patrizia Di Dio, presidente di Confcommercio Palermo nell’ambito della manifestazione “Palermo delle donne”.
“La vera scommessa non è la salvaguardia del passato e di cose che, a volte, non meriterebbero nemmeno di essere salvate; – ha spiegato Zecchi – la sfida è costruire una bellezza vivente”.

Il mondo salverà la bellezza? Il pensiero di Stefano Zecchi

Il filosofo sarà lunedì 20 maggio alle 17 all’oratorio di S. Elena e Costantino (piazza della Vittoria, sede della Fondazione Federico II). Ad introdurre sarà Patrizia Monterosso, direttore generale della Fondazione Federico II. Ingresso libero fino ad esaurimento posti. “Il tema – afferma Patriza Monterosso – pone l’urgenza sulla riflessione di quale sia la cura che la società contemporanea dedichi all’arte (in tutte le sue declinazioni) e alla cultura”.

“Dante e la Sicilia, un amore a distanza”

La Fondazione Federico II e l’Ars celebrano il sommo poeta in occasione del Dantedì. Il Centro Studi Socio Economico di Ragusa e degli Iblei (SEREI) ha organizzato l’iniziativa “Dante e la Sicilia: un amore a distanza”, con il patrocinio del ministero dei Beni Culturali, dell’Assemblea Regionale Siciliana, della Fondazione Federico II e dei quattro atenei dell’Isola.

Chiusura del Complesso Monumentale dal 15 marzo al 5 aprile 2021

In ottemperanza al nuovo DPCM firmato dal Presidente del Consiglio dei Ministri, il Complesso Monumentale di Palazzo Reale e Cappella Palatina chiude al pubblico dal 15 marzo al 5 aprile 2021. Chiude, inevitabilmente ma temporaneamente, anche la mostra “Terracqueo”. Il portone sarà chiuso ma la cultura continua a vivere. Non smettiamo, pertanto, di lavorare per pianificare al meglio il prossimo futuro.

Re-open. Palazzo Reale riapre

La Fondazione Federico II dà il benvenuto ai visitatori che hanno prenotato il percorso di visita turistico-culturale del Complesso Monumentale di Palazzo Reale. Abbiamo messo a punto una fruizione del sito che assicura ai visitatori un’elevata sicurezza nel rispetto delle disposizioni per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus covid-19 come da prescrizioni ministeriali.

Terracqueo. Storie dal mare Mediterraneo

Dalla geologia ai miti mediterranei, dalla colonizzazione greca ai fenici, dal commercio alla globalizzazione dei giorni nostri. Civiltà e guerre. In una sola parola: TERRACQUEO, dal 16 settembre al 31 maggio a Palazzo Reale. Attraverso 324 reperti e 8 sezioni, la Fondazione continua nel lavoro di ricerca dando vita a mostre originali non preconfezionate. In collaborazione con il Dipartimento dei Beni Culturali e il Centro Regionale per il Restauro e con la sinergia tra enti museali e istituzionali siciliani e nazionali

“Art is Life!”. Riapre Palazzo Reale

Dopo 95 giorni di chiusura forzata, riapre ai visitatori il Complesso Monumentale di Palazzo Reale e Cappella Palatina. Il Portone Monumentale di Piazza del Parlamento a Palermo tornerà a spalancarsi. E’ chiaro il messaggio lanciato da un luogo culturale che tra il 2019 e inizio 2020 ha moltiplicato i visitatori sfiorando quota un milione.

La laicità dei numeri. Odifreddi a Palazzo Reale

È già tutto esaurito per l’incontro con Piergiorgio Odifreddi, protagonista del prossimo “Focus”, nell’ambito di un ciclo organizzato a Palermo dalla Fondazione Federico II.
Il matematico, logico e saggista piemontese affronterà il tema della “laicità dei numeri” venerdì 21 febbraio alle 18 a Palazzo Reale (Sala Mattarella).

Posti esauriti. Accesso, entro le ore 17:45, dal Portone Monumentale di Piazza del Parlamento.

Castrum Superius. Successo di pubblico

PROROGATA AL 23 FEBBRAIO

“Castrum Superius. Il Palazzo dei Re normanni”: in poco più di 7 mesi di esposizione quasi 406 mila visitatori. Una collaborazione con i Musei Capitolini di Roma e l’arrivo di nuovi reperti normanni sugella la proroga della mostra al 23 febbraio. Un’esposizione che ha messo d’accordo tutti: pubblico, critica ed esperti del settore.

La Fondazione Federico II porta il Natale in strada

Piazza del Parlamento è sempre più al centro della città e in particolare del Cassaro. In questa piazza, il 27 dicembre alle 21, si terrà “Natale in strada. Sonata siciliana”, organizzato dalla Fondazione Federico II e dall’Assemblea Regionale Siciliana con il coinvolgimento dell’Associazione Alto Cassaro. Sarà l’icona del giornalismo musicale ed emiliano doc, Red Ronnie, a condurre con Massimo Minutella, pronto a tradurre il senso dei testi cantati tutti in lingua siciliana. Sul palco si esibiranno Mario Incudine, I Lautari, Peppe Qbeta e i Sei Ottavi accompagnati dalla LAB Orchestra diretta da Antonio Zarcone. Previste anche le incursioni di Marcello Mordino.

O’Tama. Migrazione di stili

La Fondazione Federico II presenta l’inedita mostra sull’artista giapponese che visse a Palermo dal 1882 al 1933. Dal 7 dicembre 2019 al 6 aprile 2020 dal venerdì al lunedì a Palazzo Reale. Fu la prima artista orientale a giungere in Europa e per 51 anni visse a Palermo, tra il 1882 e il 1933: riuscì ad abbattere le resistenze del sistema legato alla statica classicità.

I Giornali di Palermo nell’Ottocento

I FOCUS DELLA FONDAZIONE FEDERICO II: IL VALORE DELLA CARTA STAMPATA.
I Giornali dell’Ottocento raccontano la storia di Palermo. Giovedì 14 novembre alle ore 18 all’Oratorio di Sant’Elena e Costantino la presentazione del libro scritto da Gesualdo Adelfio e Carlo Guidotti. Ne discuteranno con gli autori il Presidente della Fondazione Federico II e il direttore generale, Gianfranco Miccichè e Patrizia Monterosso, Rita Cedrini, docente di antropologia culturale all’Università di Palermo e la giornalista Teresa Di Fresco.