Patrimonio dell’Umanità

Patrimonio dell’Umanità World Heritage List Il sito seriale «Palermo arabo-normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale» è Patrimonio dell’Umanità. Il 3 luglio 2015 il Comitato del Patrimonio Mondiale dell’Unesco, riunito a Bonn, ha inserito il sito nella World Heritage List con la seguente motivazione: “l’insieme degli edifici costituenti l’itinerario arabo normanno rappresentano un eccezionale […]

Cappella Palatina

Cappella Palatina - Vista della Cappella Palatina

Dopo l’incoronazione del 1130, Ruggero II ordinò la costruzione della Cappella del Palazzo. Essa rappresenta sul piano architettonico e decorativo, l’incontro ta culture e religioni diverse,poichè furono coinvolte nella sua realizzazione maestranze bizantine, islamiche e latine. La Chiesa, dedicata a San Pietro Apostolo, presenta una pianta nella quale gli elementi latini e bizantini convivono, creando […]

Sala d’Ercole

Fondazione Federico II - Sala d'Ercole

La Sala d’Ercole è il luogo nel quale si riuniscono, dal 1947, i deputati dell’Assemblea Regionale Siciliana. Prende il nome dalle pitture raffiguranti il ciclo dedicato all’eroe mitologico greco, completate all’inizio del XIX secolo dall’artista Giuseppe Velasco (detto il Velasquez). Il Parlamento regionale (ARS) esercita il potere legislativo previsto dallo Statuto autonomo siciliano e rappresenta […]

Sale Duca di Montalto

Fondazione Federico II - Sala Duca di Montalto

In prossimità dello scalone d’onore, prima del Cortile Maqueda, si accede alle Sale Duca di Montalto, affrescate durante la prima metà del XVII secolo dai più valenti artisti del tempo, tra cui Pietro Novelli, Gerardo Astorino e Vincenzo La Barbera, per trasformare i vani originari in sala delle udienze estive del Parlamento. In fondo, un […]

Sala dei Vicerè

sala dei viceré La Sala prende il nome dai 21 ritratti affissi alle pareti, appartenuti a viceré, luogotenenti e presidenti del regno Borbone di Sicilia. Personaggi di spicco, tra quelli raffigurati, furono Domenico Caracciolo di Villamaina, che abolì il tribunale dell’inquisizione nel 1782 e Francesco D’Aquino principe di Caramanico durante il cui mandato nel 1790 […]

Sala Pompeiana

Fondazione Federico II - Sala Pompeiana

L’ambiente è parte della cosidetta Galleria Pompeiana voluta da Leopoldo di Borbone, luogotenente di Sicilia dal 1830 al 1835. La Sala, dallo sfondo verde tendente all’azzurro,  venne decorata intorno al 1830 da Giuseppe Patania, secondo i gusti dello stile neoclassico, con rappresentazioni mitologiche, prendendo spunto dalle scoperte archeologiche di Ercolano e Pompei, tra le quali, […]

Sala Cinese

Questo luogo, dipinto dai fratelli Salvatore e Giovanni Patricolo, evoca la moda imperante presso quasi tutte le corti europee tra il XVIII e il XIX secolo, che si riconducevano ad argomenti orientaleggianti in grado di mostrare tematiche già presenti all’interno della Casina alla Cinese, sita all’interno del Parco della Favorita. Nella Sala vengono dipinti uomini […]

Sala dei Venti

È uno dei più suggestivi luoghi del Palazzo Reale. Ubicata in una torre medievale del nucleo arabo-normanno, detta Joharia ed antistante la Sala di Ruggero, è oggi coperta da un soffitto ligneo settecentesco al cui centro spicca la rosa dei venti.  

Sala di Re Ruggero

Fondazione Federico II - Sala di Ruggero

Prende il nome da Ruggero II. Le stupende decorazioni musive si devono al figlio Guglielmo I. I mosaici, di matrice profana, rappresentano un unicum raffigurando elementi fitomorfi, zoomorfi ed antropomorfi (scene di caccia ed emblemi allegorici del potere normanno). Tutto lascia ipotizzare la presenza di tematiche care ai sovrani normanni e a una narrazione simbolica […]

Mura Punico-Romane

Cappella Palatina - Mura Puniche

Al piano inferiore delle Sale Duca di Montalto, in seguito ad una campagna archeologica effettuata nel 1984, sono tornati alla luce elementi architettonici appartenenti all’antica cinta muraria punica della città di Palermo, risalenti circa al V secolo a. C.; tra tali testimonianze spiccano una postierla che ha mantenuto inalterato il suo aspetto originario, i resti […]